archivio notizie
Filtra notizie per categoria:    

02.01.2012

La manovra Monti è legge

Le risorse vengono per l'85% dalle entrate, che ammontano a 26,6 miliardi nel 2012, mentre le minori spese consistono nel 15%, pari a 4,6 miliardi. Nel 2013 le entrate costituiranno il 79% delle risorse (26 mld) e le minori spese il 21% (6,8 mld), nel 2014 il 74% da entrate (25,8 mld) contro il 26% di riduzione delle spese (9 mld). Con l'approvazione della manovra, ha spiegato il premier, Mario Monti, intervenendo nell'aula del Senato, l'Italia potra' "affrontare la crisi a testa alta". Monti e' intervenuto per quasi venti minuti e ha ringraziato il Parlamento "per il lavoro approfondito" e i partiti della maggioranza che "hanno rinunciato alla popolarita', sobbarcandosi un onere nell'interesse del Paese". Il premier ha quindi promesso il "dialogo" con le parti sociali sulla riforma del mercato del lavoro. "Per superare la crisi - ha osservato Monti - e' essenziale la credibilita' del sistema Pese ed e' essenziale che la nostra economia torni a crescere". E per questo serve fiducia nel sistema: "E' essenziale che gli italiani sottoscrivano Bot e Btp, perche' dobbiamo avere fiducia in noi stessi". Archiviato il capitolo manovra il governo prepara la fase due che avra' il suo perno nella riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali e nelle liberalizzazioni. "La fase due era gia' contenuta nella fase uno e sara' sviluppata con grande celerita'", ha detto Monti. Queste le principali misure della manovra: - TORNA TASSA SU PRIMA CASA, DETRAZIONI FINO A 600 EURO Torna l'Ici-Imu sulla prima casa:0,4% con una detrazione sui primi 200 euro. 50 euro di sconto per ciascun figlio di eta' non superiore a 26 anni sino a 400 euro. Prevista la rivalutazione delle rendite catastali al 60%. - PENSIONI, SALE ETA' MINIMA E ANZIANITA'. Si passa al sistema contributivo pro-rata.Dal 2012 l'eta' minima per andare in pensione sara' di 66 anni per gli uomini e di 62 per le donne. Dal 2018 anche le donne usciranno dal lavoro da 66 anni. Le pensioni di anzianita' saranno possibili con 42 anni e 1 mese di contributi per gli uomini e 41 anni e 1 mese per le donne. Chi vorra' uscire prima dovra' pagare una penale. Abolita la finestra mobile e le quote di anzianita'. Incentivi per chi decidera' di lavorare fino a 70 anni. - STOP INDICIZZAZIONE, SALVI ASSEGNI FINO A 1.400 EURO Bloccata l'indicizzazione delle pensioni per i prossimi due anni. Salve le pensioni fino a tre volte il trattamento minimo Inps, circa 1.400 euro. - CLASSE 52, IN PENSIONE CON 64 ANNI E 35 CONTRIBUTI Ai lavoratori dipendenti del settore privato con un'anzianita' contributiva di almeno 35 anni entro il 31 dicembre 2012 e che avrebbero maturato i requisiti per la pensione entro il 31 dicembre 2012, sara' consentito "in via eccezionale" di andare in pensione anticipata con non meno di 64 anni. - ASSEGNI ROSA. Potranno andare in pensione a 64 anni le donne che al 31 dicembre 2012 abbiano un'anzianita' contributiva di almeno 20 anni e un'eta' anagrafica di almeno 60 anni. - SALVI LAVORATORI TERMINI IMERESE. Rientrano nella deroga alle nuove norme i lavoratori Fiat di Termini Imerese. - PENALIZZAZIONE 'ANTICIPATE'. Le pensioni d'anzianita' contributiva maturate prima del primo gennaio 2012 subiranno una riduzione dell'1% per ogni anno di anticipo rispetto all'eta' minima di 62 anni, del 2% per ogni anno di ulteriore anticipo rispetto a due anni. - CONTRIBUTO SOLIDARIETA' SU PENSIONI D'0RO. Passa dal 10 al 15% il contributo di solidarieta' sulle pensioni d'oro. Il prelievo e' fissato al 15% per la parte eccedente i 200.000 euro. - STOP EQUO INDENNIZZO PER CAUSE SERVIZIO. Abolito l'equo indennizzo e la pensione privilegiata in caso di infortuni su lavoro. Escluso il personale del comparto sicurezza, difesa, soccorso pubblico e dei vigili del fuoco. - AUMENTO IVA E ACCISE CARBURANTI. Dal 1 settembre 2012 ci sara' un aumento del 2% sull'aliquota ordinaria del 21% e su quella agevolata del 10%, a copertura della clausola da attuare solo nel caso in cui sia necessario. Dal 7 dicembre e' scattato l'aumento delle accise sui carburanti. - SALE L'ADDIZIONALE REGIONALE IRPEF. L'addizionale regionale Irpef minima salira' dallo 0,9% all'1,23%. L'aumento coprira' le spese sanitarie. - REVISIONE ISEE. Il numero dei componenti della famiglia e il loro stato patrimoniale peseranno di piu' nel calcolo dell'Isee per la concessione di agevolazioni fiscali e benefici assistenziali. Rafforzati anche i controlli sull'Isee. - TAGLI A ENTI LOCALI. Nuovi tagli ai comuni per 1,45 miliardi l'anno e alle province per 415 milioni. Le regioni a statuto speciale e le province autonome contribuiranno con 920 milioni di minori trasferimenti. - PROVINCE. Gli organi in carica delle province decadranno a scadenza naturale. Per le province che sarebbero dovute andare al voto il prossimo saranno saranno nominati commissari ad acta. - DISMISSIONI. Ridefinite le norme per la dismissione dei terreni agricoli di proprieta' dello Stato o di Enti territoriali. - BOLLO CONTI CORRENTI E CONTI TITOLI. Si estende ai conti titoli, alle polizze vita e ai fondi mobiliari. Esentati dall'imposta di bollo i conti correnti con una giacenza media annua non superiore a 5.000 euro. Sale a 100 euro il bollo per le societa'. I buoni fruttiferi postali saranno tassati dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% dal 2013. - TASSA ANONIMATO SU CAPITALI SCUDATI. I capitali scudati saranno soggetti a un'imposta di bollo speciale annuale del 4 per mille. Per il 2012 l'aliquota sara' del 10 per mille e per il 2013 del 13,5 per mille. - IMPOSTA BOLLO SU IMMOBILI ALL'ESTERO. Arriva inoltre l'imposta di bollo dello 0,76% sul valore degli immobili situati all'estero da persone fisiche residenti in Italia. Imposta dell'1 per mille annuo per il 2011 e il 2012 e dell'1,5 per mille dal 2013 sul valore delle attivita' finanziarie all'estero dei residenti in Italia. - ARRIVA L'ACE. Viene introdotto il meccanismo denominato Ace, aiuto alla crescita economica. - SGRAVI IRAP. Sara' completamente deducibile l'Irap ai fini Ires e Irpef. Aumentano agevolazioni Irap per lavoratrici e under-35. Le imprese potranno dedurre il 10% dell'Irap versata sugli interessi passivi e oneri assimilati. - RITORNA L'ICE. Ripristinato l'Istituto per il Commercio Estero. - FONDO PMI. Viene rifinanziato il fondo di garanzia per le piccole e medie imprese per 400 milioni l'anno. - BONUS RISTRUTTURAZIONI E ENERGIA. Possibile detrarre il 36% delle spese documentate fino a un massimo di 48.000 euro per immobile. Proroga degli incentivi per le ristrutturazioni e per il risparmio energetico: 55% sino a fine 2012, 36% dal 2013. - DEFISCALIZZAZIONE INFRASTRUTTURE. La defiscalizzazione per finanziare le nuove infrastrutture e' estesa al settore ferroviario e portuale. - TRACCIABILITA', A 1000 EURO SOGLIA CONTANTE. Scende a 1.000 euro la soglia massima per l'utilizzo del contante. Innalzato invece il imite da 500 a 1.000 euro per i pagamenti cash, comprese le pensioni, da parte della Pa. Previsti conti correnti o di pagamento a costo zero per le fasce socialmente svantaggiate. Tetto massimo dell'1,5% per le commissioni a carico dei commercianti sui pagamenti con carta di credito. - STRETTA SU MASSIMO SCOPERTO. Arriva un tetto massimo dello 0,5% sulla remunerazione che spetta a banche e intermediari in caso di conti in 'rosso. Le clausole che prevedono oneri diversi sono nulle. - GARANZIA STATO SU PASSIVITA' BANCHE. Il Tesoro puo' concedere la garanzia dello Stato sulle passivita' delle banche italiane con scadenza a tre mesi fino a cinque anni. - LIBERALIZZAZIONI. Scatteranno dal 2012. Per i negozi deregulation degli orari di apertura non piu' vincolati alle sole localita' turistiche o alle citta' d'arte. Piena applicazione per le edicole, mentre rimangono esclusi i taxi. Frenata per la liberalizzazione dei farmaci di fascia C: quelli per cui serve la ricetta potranno essere venduti solo nelle farmacie, cosi' come quelli del sistema endocrino e quelli iniettabili. - ORDINI PROFESSIONALI. Rallenta l'iter per l'eventuale abolizione degli Albi. - EQUITALIA. Si avra' tempo per pagare la rata inevasa al fisco sino alla scadenza della successiva. Possibilita' di dilazione nel pagamento, una sola volta, sino a 72 mesi e se peggiora la situazione del contribuente. I beni dei debitori del fisco pignorati o ipotecati non saranno piu' messi all'asta da Equitalia ma potranno essere venduti dai proprietari stessi. - NIENTE MANETTE PER ERRORI INVOLONTARI FISCO. Resta reato mentire al fisco, salvo se l'errore non e' intenzionale. - AUMENTO ACCISE SUI CARBURANTI. Dal 7 dicembre e' scattato l'aumento delle accise sui carburanti. - TASSA LUSSO PIU' LEGGERA, PIU' CARO TABACCO SFUSO. La tassa sulle auto di lusso e le imbarcazioni diventa piu' leggera e la copertura del mancato gettito sara' garantita da un aumento dell'accisa sul tabacco sfuso. - CANONE RAI. Obbligo per imprese e societa' di indicare nella dichiarazione dei redditi il numero di abbonamento speciale a radio o tv. - TAGLI STIPENDI PARLAMENTARI. Dietrofront sul decreto: saranno l'esecutivo e il Parlamento, ognuno per la sua competenza, ad assumere iniziative immediate per livellare gli stipendi dei parlamentari italiani a quelli europei. - SCURE SULLE AUTHORITY. Ridotti i componenti delle Autorita' amministrative indipendenti. - TETTO STIPENDI MANAGER P.A CON DEROGHE. Sara' usato come parametro massimo lo stipendio del primo presidente della Corte di Cassazione. Previste "deroghe motivate" per le posizioni apicali ma non per ministri e sottosegretari. Tetto massimo anche per i compensi dei manager delle societa' non quotate controllate dal Tesoro. - CNEL. Il numero dei componenti scende a 64. - DIVIETO CARICHE INCROCIATE BANCHE CONCORRENTI. Divieto di assumere analoghe cariche gestionali e di controllo in imprese concorrenti nel campo assicurativo e finanziario. - EDITORIA. Sistema di contribuzione diretta finisce con gestione del 2013: dalla fine del 2014 saranno operativi nuovi criteri per assegnare le risorse. La voce 'interventi di sostegno all'editoria e al pluralismo dell'informazione' e' stata inserita nell'elenco dei beneficiari del cosiddetto fondo Letta. - MISSIONI DI PACE. Proroga finanziamenti per tutto il 2012 con 700 mln di euro aggiuntivi. - RISORSE PER TPL. Rifinanziato il trasferimento alle regioni per il trasporto pubblico locale. - PROTEZIONE CIVILE. 57 milioni nel 2012. - FONDI PER ACCADEMIA LINCEI E CRUSCA. In arrivo fondi per 1,3 miliardi all'Accademia dei Lincei per il 2012 e 700 mila euro all'Accademia della Crusca. - SCUOLE, MESSA IN SICUREZZA. Il governo dovra' dare attuazione alle norme per l'adeguamento antisismico delle scuole. - AUTHORITY TRASPORTI. Attribuite a una delle Authority esistenti le funzioni per il settore. - PERMESSO DI SOGGIORNO. Consentita l'attivita' lavorativa per gli stranieri anche in attesa di rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno.   [ Leggi ]


29.04.2010

ASSISTENZA FISCALE e CONTABILITA'

Nuove convenzioni per i nostri iscritti

Presso la sede del Centro di Assistenza Fiscale Ponte Milvio, gli iscritti e i familiari possono ottenere gratuitamente il visto di conformità al modello 730 già compilato oppure l'assistenza alla compilazione ed all'elaborazione del modello stesso, pagando la tariffa convenzionata. Il CAF è in grado di dare assistenza anche nella compilazione del modello Unico e nelle pratiche ICI/ISE/ISEU/RED. Sempre presso lo stesso sportello é attiva la sede territoriale Federlavoro per consulenza contabile ordinaria, semplificata e professionisti, atti notarili, consulenza legale, contenzioso tributario e del lavoro. Per informazioni e contatti cliccare il link www.cafpontemilvio.com


16.11.2009

PEC (posta elettronica certificata) per gli iscritti agli albi professionali

Ricordiamo ai nostri iscritti che il Decreto Legge 29 novembre 2008, n.185,  convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n.2, rende obbligatoria per imprese e professionisti la Posta Elettronica Certificata (PEC).  [ Leggi ]


05.10.2009

Ampio e partecipato il 21° Congresso S.I.Me.T. a Riccione

Preoccupazione del SIMET per la paralisi del sistema sanitario

Il 21° Congresso del S.I.Me.T. incentrato sul Federalismo si é concluso ieri a Riccione. La conflittualità Stato-Regioni e lo stato di paralisi del sistema i punti principali al centro della discussione. "Non abbiamo nessun pregiudizio sul federalismo.....Gli obiettivi della legge sono condivisibili, occorre però vigilare perchè che al centralismo dello Stato non subentri il centralismo delle Regioni".Questa la premessa di Mauro Mazzoni, Segretario Nazionale del più antico sindacato dei medici del territorio, preoccupato dalla constatazione dell'attuale estrema conflittualità tra Stato e Regioni.. AGI Agenzia Giornalistica Italia    Doctor News  Panorama Sanità   Il Sole24Ore Sanità  ARIS FLASH Intervista Mazzoni preannuncio congresso su Panorama Sanità  [ Leggi ]


21.09.2009

Ci siamo...

Domani alla Camera l'attuazione del DL Brunetta

Roma - Domani in Commissione Affari Costituzionali della Camera, che ha acquisito il prescritto parere della Conferenza unificata Stato/Regione/Città, si discuterà dell'attuazione della Legge 4 marzo 2009, n.15 (atto n. 82). In allegato il testo dello schema del decreto legislativo.


01.07.2009

Per andare in pensione occorre possedere un minimo tra età e contributi

Al via da oggi le nuove regole per la pensione di anzianità

I dipendenti a quota 95, gli autonomi a 96

Le nuove regole per andare in pensione di anzianità scattano da oggi: il sistema delle quote, previsto dalla riforma Damiano  (legge 247/07) che ha recepito il protocollo sul Welfare, stabilisce che da oggi fino al 2010 i lavoratori dipendenti possano andare in pensione se viene rispettata la quota 95, somma tra 35 anni di contributi e 60 anni di età o, in alternativa tra 36 anni di versamenti e un'età non inferiore ai 59 anni.  Per i lavoratori autonomi la somma da rispettare è 96. L'esigenza di riequilibrare le uscite per la previdenza sociale è stata evidenziata anche dall'OCSE: secondo l'ultimo rapporto infatti l'Italia registra la maggior uscita per le prestazioni previdenziali, pari al 14% del PIL.


19.06.2009

Sacconi: la spesa sanitaria esplode, entro luglio le decisioni sulle regioni in rosso

Fazio sembra più ottimista

Roma, 19 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "C'e' una situazione di pericolosa esplosione incontrollata della spesa sanitaria, che coincide con una situazione di inefficienza e di carenza dei servizi ai cittadini". Lo ha detto il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, intervenuto oggi a Roma alla cerimonia per i 50 anni del sindacato della dirigenza medica Anaao Assomed. "Quindi - ha aggiunto il ministro - c'e' questa stretta connessione tra una possibile e ulteriore esplosione della spesa sanitaria e il basso livello di servizi ai cittadini. Tutto - ha concluso Sacconi - si concentra dunque nelle decisioni che dobbiamo prendere entro il mese di luglio" sulle Regioni con i conti in rosso: Sicilia, Campania, Molise e Calabria. "Oltre alle verifiche sui piani di rientro dell'Abruzzo e del Lazio", ha precisato il responsabile del Welfare.

Più possibilista é sembrato a nostro parere Fazio, già chiamato Ministro nel corso della tavola rotonda che ha concluso l'evento Anaao: "non c'é  Servizio Sanitario migliore di quello che abbiamo....il sistema universalistico a governance pubblica é perfetto. E sono anche abbastanza ottimista sulla sostenibilità della spesa. Credo che il vero problema sia cercare di capire quali sono le cose da cambiare..... "il punto centrale é che non c'é un percorso codificato, un collegamento tra medico di base e ospedale - continua Fazio - il medico ospedaliero non deve gestire i codici bianchi e verdi del pronto soccorso. La diagnosi va fatta sul territorio, intervenendo così sull'appropriatezza dei ricoveri. L'AGENAS si occupa di questa verifica: oggi sappiamo già ASL per ASL dove é l'inappropriatezza....Le linee guida che emetteremo a breve se seguite ci possono portare fuori dai problemi anche nelle regioni critiche".

"Sarà meglio che si definiscano con precisione i compiti della presa in carico  del paziente ospedalizzato, altrimenti sembra  che si possa risolvere tutto il problema addossando maggiori responsabilità ai medici di MMG.... - commenta Il Segretario Nazionale SIMET Mazzoni - occorre potenziare, come sempre diciamo, tutte  le strutture territoriali".


12.06.2009

Febbre suina: per OMS è pandemia

Il Viceministro Fazio preoccupato, anche se il rischio non è immediato

L'Organizzazione mondiale della Sanità ha deciso di dichiarare il passaggio al livello di 'pandemia', elevando l'allerta per l'influenza A H1N1 dal grado cinque a quello sei, il massimo previsto dall'OMS con il rischio. E' quanto emerge da un comunicato diffuso ieri pomeriggio dal ministero degli Affari Sociali svedese.  La conferma ufficiale dovrebbe ufficiale dovrebbe arrivare nella conferenza stampa convocata dal direttore generale Margaret Chan.

Preoccupato Fazio che, commentando le prime notizie, sottolinea come il rischio principale della diffusione della nuova influenza A, per cui l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato lo stato di pandemia, sia che il virus possa essere ritrasmesso ai maiali, riassortirsi con ceppi dell'aviaria H5N1 e dare vita a una nuova forma di influenza aviaria trasmissibile all'uomo e aggressiva.   [ Leggi ]


09.06.2009

Convenzione: il punto di vista del Segretario Mazzoni

Intervista su Panorama Sanità


28.05.2009

Firmato l'accordo!

INTESA ha con senso di responsabilità accolto l'invito di Fazio

Positivi i commenti del Segretario Nazionale Mazzoni

Roma, 27 maggio. Si è tenuta oggi presso la SISAC un'ulteriore riunione per giungere alla firma dell'accordo ACN. La riunione di lunedì 25 aveva registrato molte perplessità di FINMG, SMI e SNAMI. Oggi l'Accordo è stato firmato (ad eccezione di SMI, che attende gli esiti del Congresso), secondo i contenuti della pre-intesa siglata il 22 dicembre scorso. In pratica il nuovo ACN conferma il testo contenuto nella pre-intesa integrato con gli emendamenti e altre piccole modifiche concordate.  Sono state superate le criticità circa l'art. 59 sul destino delle cooperative di medici e delle società di servizi. Le questioni aperte sul tema infatti sono rimandate agli accordi regionali. Continua  Resoconto seduta SISAC firma A.C.N. 27/05/2009.

Testo definitivo Ipotesi A.C.N.  - Accordo Collettivo Nazionale per la Disciplina dei Rapporti con i Medici di Medicina Generale Quadriennio Normativo 2006 - 2009, Biennio Economico 2006 - 2007 (pdf.)      

Positivi i commenti sulla firma del Segretario Nazionale Mazzoni, che coerentemente con la sua "lettera aperta" afferma: Cari colleghi, nonostante alcune criticità che permangono, non posso che plaudire alla sigla di questo accordo. Come sapete  INTESA aveva già posto la sua firma il mese di dicembre scorso nel pre-accordo, manifestando durante tutto questo periodo di attesa coerenza con quanto aveva approvato. Noi non abbiamo infatti partecipato alla querelle che si è manifestata tra le varie sigle sindacali.   [ Leggi ]


14.05.2009

Sacconi: 4,5 Mld in più per 2010-11

Presto il nuovo dicastero

Ansa - 13/05 Per il 2010-2011 "sono ipotizzabili 4,5 miliardi di euro in più rispetto al precedente Patto per la salute". Lo ha affermato il ministro del Welfare Maurizio Sacconi parlando oggi ad un incontro nell'ambito del Forum della Pubblica amministrazione in corso a Roma. Secondo Sacconi, dunque, "Parlare di tagli nella Sanità è una assurdità. Si tratta di risorse aggiuntive, ma soprattutto - ha detto - corrispondono ad una diversa dinamica che va nella direzione di garantire più servizi nelle aree maggiormente arretrate del paese. Al sud infatti - ha proseguito Sacconi - spesso si spende di più ma si rende di meno in termini di servizi erogati". Nel corso dello stesso incontro il Ministro ha annunciato a breve la nascita del ministero della Salute confermando l'indicazione del sottosegretario Ferruccio Fazio al vertice del futuro dicastero.


12.05.2009

Onaosi, approvato il nuovo statuto

Sabato scorso è stato approvato a Perugia il nuovo statuto Onaosi in assenza dei rappresentanti Sanità e Welfare. Animato il dibattito per la palese volontà di inserire di nuovo le figure dei "garantiti" ministeriali. Ma ha prevalso la nostra posizione, comune con altri sindacati: la fondazione deve essere guidata dai sanitari contribuenti! Resta il rammarico per la presenza garantita al Presidente dell'Ordine dei Medici di Perugia - non si capisce a che titolo -  mentre dei soci fondatori non c'è più traccia.


12.05.2009

Legge Brunetta

O approvano entro 60 giorni o me ne vado

Il testo del provvedimento approvato venerdì scorso verrà sottoposto ad una serie di correzioni richieste da Tremonti, Maroni e Carfagna. Poi sarà valutato dalle commissioni parlamentari, oltre agli enti locali e al CNEL. Ma il ministro Brunetta lancia l'ultimatum: approvazione entro 60 giorni, o me ne vado!    Legge Brunetta 


06.05.2009

E dopo il "Barella day"...

IL "MARRAZZO DIMISSIONI DAY"

Delusi gi operatori dell'emergenza, nel Lazio situazione ancora critica dei DEA

A tre mesi dal "Barella day", la manifestazione degli operatori dell'emergenza sanitaria del Lazio che tanta eco aveva suscitato nei media e tante promesse dal Presidente Marrazzo, purtroppo dobbiamo registrare che la situazione nei pronto soccorso laziali é immutata. Tra un mese si preparara l'ennesima manifestazione di piazza: "Marrazzo dimissioni Day". Ad annunciarlo il segretario dello SPES Massimo Magnanti.COMUNICATO STAMPA RASSEGNA STAMPA


04.05.2009

Febbre suina, casi accertati in Italia

Il sottosegretario Fazio responsabile dell'Unità di crisi

Misure di contenimento domiciliare dei soggetti provenienti dal Messico

Roma, 2 maggio 2009. Nel corso della conferenza stampa nella quale veniva annunciato in Italia il primo caso accertato di infezione da virus A dell'influenza umana (N1H1), il Sottosegretario alla Salute Fazio ha puntualizzato ufficialmente tutte le misure messe in atto per descriverne le caratteristiche epidemiologiche e contrastarne la diffusione. In allegato la  circolare ministeriale al riguardo e i riferimenti utili per le più idonee procedure. Disposizioni ministeriali

 

nr. pagine: 5  |  nr. notizie: 72
pagina di 5   >>
Contatti | Mappa del Sito