In Rilievo
civtanova_small.jpg

02.10.2017

IL Congresso Nazionale conferma Mauro Mazzoni alla guida del sindacato

XXVII Congresso Nazionale S.I.Me.T. - FASSID Area S.I.Me.T.

Per Aspera ad Astra: il rinnovo contrattuale

Roma, 2 ottobre 2017 – Si è concluso ieri a a Civitanova Marche con un intervento del Sottosegretario alla Giustizia Sen. Federica Chiavaroli il congresso dei medici del territorio. La senatrice Chiavaroli  ha ribadito l’importanza della rappresentanza sindacale alla luce delle affermazioni apparse sui media due giorni fa.  Il Congresso, cui la Ministra Lorenzin ha voluto far arrivare un indirizzo di saluto, ha confermato per acclamazione Mauro Mazzoni alla guida del sindacato per il prossimo quinquennio. Nella relazione del Segretario Nazionale Mazzoni largo spazio alla partita dei rinnovi contrattuali per medici dipendenti e convenzionati, argomento che vede il fermento di tutte le organizzazioni sindacali dopo il recente incontro col Comitato di settore e la riunione per l’ACN. “L’obiettivo è ottenere migliori garanzie per tutti, non essere un sindacato elitario fuori dalla realtà. Dagli aumenti salariali ai turni di lavoro, dagli scatti di carriera alle tutele assicurative, senza dimenticare i capitoli giovani, precariato e l’esigibilità del contratto. Questi sono gli ostacoli che dovremo affrontare nei prossimi mesi in vista di un rinnovo contrattuale atteso da otto anni. Per farcela lo sforzo deve essere collettivo e da parte nostra non possiamo che indicare la via della coesione e dell’unità intersindacale. Gli steccati non servono. Molto meglio cercare ciò che ci unisce sempre nel rispetto delle differenze. A maggior ragione, oggi, alla vigilia di un difficile rinnovo contrattuale che, per la prima volta, vede un tavolo negoziale diverso da quelli precedenti e che coinvolge, innovativamente, Dirigenza Medica e Dirigenza Sanitaria”. La strada dell’unità sindacale dunque per Mazzoni l’unica via perseguibile per affrontare le sfide autunnali della contrattazione, e gestire l’opposizione a qualunque taglio ulteriore ai fondi della sanità. Ma nella relazione anche lo spazio per una riflessione sul sindacato e sull'esigenza di riscoprirne i suoi antichi valori. Valori richiamati anche nella Mozione conclusiva, che indica i passi da seguire nella difficile tornata contrattuale.

Consulenze

- Trattamento previdenziale (pensioni, TFR)
Ogni primo e terzo lunedí del mese dalle 10.30 alle 12.30 presso la Sede Nazionale. [info]

- Consulenza trattamento economico (buste paga)
Ogni primo giovedí del mese dalle 17.00 alle 19.00 presso la Sede Nazionale. [info]

Bacheca
uniter_bluaccredia_web_piccola.jpg

22.06.2017

Articolazione operativa ECM SIMET

Politica Qualità SIMET 2017

Organigramma


18.02.2016

Approvato durante l'esecutivo del 10 febbraio il documento con le linee programmatiche FASSID

Leggi il documento


images_copy14.jpg

06.03.2013

SIMET firma la convenzione con Galeno

Nuovi servizi per gli iscritti

Il SIMET ha firmato una convenzione con Galeno, la Cassa pensata dai medici per i medici. Galeno è una alternativa originale e innovativa rispetto alle altre forme di assistenza sanitaria e di previdenza integrativa. E’ stata creata per tutelare i medici e le proprie famiglie dagli imprevisti che possono accadere in tutte le fasi della vita. Il medico che aderisce a Galeno non è solo un assicurato ma prima di tutto un Socio che prende attivamente parte alla vita associativa. Per ulteriori informazioni o per ricevere materiale informativo: NUMERO VERDE: 800 99 93 83 –f ax: 06/44 24 87 05

Leggi il redazionale    Vai al sito Galeno

Visita il sito della Fondazione ONAOSI   Visita il sito di Medici Senza Frontiere
Notizie

06.12.2017

Manifestazioni in tutta Italia

Il 12 dicembre si sciopera

Scarica locandina sciopero

05.12.2017

CODIRP FIRMA IL CONTRATTO QUADRO SULLE PREROGATIVE SINDACALI

È stato definitivamente firmato ed è pertanto operativo a tutti gli effetti dal 5 dicembre 2017 il contratto nazionale quadro su lle prerogative sindacali (permessi e distacchi). Le variazioni rispetto all’ipotesi di accordo siglata lo scorso 26 luglio sono minime e lessicali. Entrano a pieno regime alcune novità: - Si prende atto del nuovo assetto delle aree contrattuali anche ai fini della ripartizione dei permessi aziendali, con monte ore non più suddiviso in 8 aree ma in 4. - Si valorizzano anche a livello decentrato (come è già avvenuto a livello centrale) anche le deleghe dei dirigenti a tempo determinato, utili per la rappresentatività e la ripartizione dei permessi azie ndali. - Si introducono alcune flessibilità in particolare la frazionabilità dei distacchi passa dal 50% al 75%, i permessi per gli organi statutari sono cumulabili con i distacchi parziali. - Si istituisce un nuovo contingente nazionale di monte ore di permessi utilizzabile per l’espletamento del mandato - Si ribadiscono le prerogative dei dirigenti sindacali - Si superano incertezze e conflittualità scaturite da interventi legislativi, riportando la materia alla competenza della contrattazione - Aumenta la percentuale di permessi spostabile dal centro alla periferia compensabile però con con- tingenti nazionali utilizzabili a livello decentrato. CCNQ

29.11.2017

Partecipa anche tu. Segui la diretta, twitta #vertenzasanita2017

Clicca il banner per la diretta

28.11.2017

Adesso tocca a noi!

SCIOPERO NAZIONALE 12 DICEMBRE 2017

Le Organizzazioni sindacali ANAAO ASSOMED – CIMO – AAROI-EMAC – FP CGIL MEDICI E DIRIGENTI SSN – FVM Federazione Veterinari e Medici – FASSID (AIPAC-AUPI-SIMET-SINAFO-SNR) – CISL MEDICI – FESMED – ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI – UIL FPL COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE AREE CONTRATTUALI MEDICA E VETERINARIA

DICHIARANO

LO SCIOPERO GENERALE DI 24 ORE DEI MEDICI, VETERINARI E DIRIGENTI SANITARI DIPENDENTI DEL SSN 12 DICEMBRE 2017

riservandosi di individuare successivamente altre giornate e di attivare ulteriori iniziative di protesta.

Spiegheremo alla stampa e all’opinione pubblica le nostre ragioni nella

MANIFESTAZIONE PUBBLICA Roma GIOVEDI 30 NOVEMBRE alle ore 10.30 presso la Sala Capranichetta in Piazza Montecitorio

aperta ai professionisti della sanità, alla stampa, ai parlamentari di Camera e Senato, alle associazioni di rappresentanza dei cittadini. Scarica la locandina

24.11.2017

Stato di Agitazione

Il 30 novembre manifestazione nazionale a Roma

Giovedi 30 novembre a Roma riunione delle Segreterie Nazionali delle sigle sindacali trasmessa in DIRETTA STREAMING

Appuntamento alle 10 a Roma, Sala Capranichetta in Piazza Montecitorio per chiedere più risorse per la sanità pubblica, più risorse per il contratto di lavoro. La manifestazione è aperta i medici e ai dirigenti sanitari, alla stampa, ai parlamentari di Camera e Senato che vorranno portare il loro contributo alla discussione.

Scarica la locandina

mazzoni.jpg

22.11.2017

Stato di Agitazione

Comunicazione del Segretario agli iscritti

Care colleghe e colleghi, come forse già saprete dalle nostre precedenti comunicazioni, l’intersindacale della dirigenza medica e sanitaria, della quale siamo convinti esponenti, ha decretato lo stato di agitazione della categoria, per il perdurante stato di difficoltà a superare l’impasse del rinnovo contrattuale e per molti altri motivi che non lasciano presagire un periodo semplice per la nostra professione. Le motivazioni della protesta sono ben spiegate nella lettera congiunta che tutte le forze sindacali rivolgono ai propri iscritti. Mi auguro che vorrete tenere questo nostro sforzo nella massima considerazione, aderire alla protesta e essere coesi nelle forme di agitazione. Vi terremo costantemente aggiornati sugli sviluppi.Mauro Mazzoni

20.11.2017

Stato di Agitazione

Giovedì 23 e venerdì 24 assemblee nei luoghi di lavoro

20.11.2017

Stato di Agitazione

Chiesto incontro a Governo e Regioni

Da Quotidiano Sanità - Lo stato della sanità pubblica e il mancato rinnovo contrattuale. Sono queste le due preoccupazioni che hanno spinto le organizzazioni Sindacali della dirigenza medica e sanitaria - Anaao Assomed – Cimo – Aaroi-Emac – Fp Cgil Medici E Dirigenti Ssn – Fvm Federazione Veterinari e Medici – Fassid (Aipac-Aupi-Simet-Sinafo-Snr) – Cisl Medici – Fesmed – Anpo-Ascoti-Fials Medici – Uil Fpl Coordinamento Nazionale delle Aree Contrattuali Medica e Veterinaria - a proclamare lo stato di agitazione e a chiedere un incontro con il premier Gentiloni, le ministre Madia e Lorenzin e il presidente della Conferenza delle Regioni, Bonaccini. I rappresentanti dei medici e dirigenti sanitrai del Ssn vorrebbero poter illustrare le motivazioni dello stato di agitazione indetto dalla categoria ed evitare l'inasprimento della vertenza. “Il contratto di lavoro – hanno spiegato i sindacati – è in stallo. Continua a mancare la previsione di un finanziamento specifico nella legge di bilancio 2018, mentre persevera indisturbato il taglio delle loro risorse accessorie. Chiediamo, pertanto – hanno concluso i rappresentati di categoria - un incontro al fine di potere illustrare le nostre motivazioni, per evitare un inasprimento della vertenza che non potrà che arrecare disagi ai cittadini”.

15.11.2017

Più risorse alla sanità pubblica e al contratto!

Comunicato stampa Intersindacale

I sindacati annunciano la campagna di informazione per spiegare ai cittadini chi toglie loro le possibilità di cura e proclamano lo stato di agitazione:

da lunedi 20/11: rispetto assoluto orario contrattuale

23 e 24/11: assemblee di due ore nelle aziende sanitarie su Contratto e fondi;

30/11: riunione a Roma degli esecutivi nazionali dei sindacati per spiegare le ragioni di una o più giornate di sciopero tra dicembre 2017 e febbraio 2018 Comunicato Intersindacale

13.11.2017

Legge di Bilancio/ La commissione Sanità rilancia la tassa sul fumo per fondo oncologici innovativi. De Biasi: si liberano 500 mln per Ssn

La XII commissione del Senato rilancia la tassa di scopo sul fumo. Un emendamento alla legge di Bilancio presentato dalla presidente Emilia De Biasi e approvato all’unanimità prevede un gettito di circa 600 milioni. «Con questo emendamento - spiega De Biasi - interverremo sulla variazione della tassazione dei tabacchi per un gettito di circa seicento milioni. Nell’emendamento si prevede che cinquecento milioni siano posti a copertura del fondo farmaci oncologici innovativi, fondo istituito nella scorsa legge di bilancio. I restanti cento milioni saranno invece destinati al potenziamento delle reti di cure palliative e di terapie del dolore, come previsto dalla legge 38, con particolare riferimento al settore pediatrico». La legge di scopo stata fortemente voluta dagli oncologi Aiom e dalle associazioni di pazienti oncologici. Continua a leggere su Sole 24 Sanita'

10.11.2017

FNOMCEO: anche la professione del medico è attività usurante

Chersevani “Come si fa a dire che il lavoro del medico non è usurante? Penso all’operazione che pochi giorni fa ha permesso di separare le due gemelline siamesi, durata dieci ore e che ha coinvolto quaranta persone; penso all’ennesima chiamata durante un turno di notte; penso anche, per rimanere alla mia esperienza di radiologo, a quando inietti un mezzo di contrasto e il paziente comincia a star male. Penso ai turni massacranti, al plus orario e al sovraccarico di lavoro, che ci sono costati un richiamo dall’Europa; alle guardie, alle reperibilità, al lavoro notturno e festivo che ci allontanano dalla famiglia e dagli affetti; ai rischi professionali, al contatto con radiazioni, sostanze chimiche, oggetti taglienti potenziali portatori di infezioni. La professione del medico è usurante, dal punto di vista fisico e ancor di più da quello psicologico: se non lo fosse, non avrebbero senso le evidenze cliniche di stress lavorativo e di sindrome da burn out nei medici”. Così Roberta Chersevani, presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, si esprime in merito alla revisione, da parte del Governo, delle categorie da esonerare dall’innalzamento dell’età pensionabile, in quanto riconosciute come sottoposte ad attività usuranti e gravose, revisione che ha sinora escluso i medici, includendo invece gli infermieri soggetti a turni o impegnati nelle sale operatorie.

08.11.2017

Età pensionabile: la richiesta dell'Intersindacale al Governo

Anche il lavoro medico è usurante

In una lettera inviata al Governo l'intersindacale medica e sanitaria ha chiesto che in vista della revisione delle categorie da esonerare dall’innalzamento dell’età pensionabile, la deroga venga estesa anche al personale medico soggetto a turni al pari di quello infermieristico.Leggi la lettera

03.11.2017

Quel che resta del SSN

Il commento di Mauro Mazzoni, Coordinatore FASSID, che accompagna il comunicato stampa dell’intersindacale medici e dirigenti sanitari, pronta alla mobilitazione. “In primo luogo si deve lamentare che nonostante la lunga gestazione l’atto di indirizzo nasce povero. Sebbene, infatti, ricco di dotte premesse e profonde riflessioni sugli assetti istituzionali e giuridici del SSN, nonché avventurose, rosee previsioni sul futuro del SSN, accettabili e condivisibili, forse, a livello di mero auspicio, è totalmente privo delle risorse finanziarie necessarie ad operare anche un minimo restauro del livello retributivo e ancor meno per finanziarie tutte le novità che ci si vorrebbe proporre. Non c’è una lira, e senza soldi i contratti non si possono fare. Lo sa anche il presidente del comitato di settore, che ha dichiarato che per fare il contratto delle sanità servono almeno 1,3 miliardi. E allora ? Bisogna essere chiari: occorre un impegno del Governo e delle Regioni, esplicito e concreto, che ai là delle affermazioni di principio, attesti un reale interesse a tutelare e difendere, con adeguati finanziamenti, quel che resta del SSN.” Leggi Quotidiano Sanità e Sole Sanità

Contatti | Mappa del Sito